Nel solo 2019 Basf ha investito 900 milioni di euro per lo sviluppo di soluzioni innovative per la coltivazione dei campi. Dalle sementi al grano ibrido, ma senza dimenticare analisi dei dati, machine learning e blockchain.

08 Nov 2019

Anteprima

In partnership con EZ Lab, una startup italiana, Basf ha presentato in estate il suo Riso chiaro, la prima applicazione in Italia della blockchain alla filiera del riso. Il progetto utilizza AgriOpenData di EZ Lab, una piattaforma software che registra tutti i dati di coltivazione del riso e li conserva in modo sicuro e inalterabile.
“Abbiamo sviluppato il progetto in Tenuta Darola, in Piemonte – spiega Alberto Ancora, vice presidente Agricultural Solutions Emea South – La blockchain permette a ciascun attore della filiera di inserire tutte le informazioni riguardanti la produzione di riso con i suoi dati: dal terreno fino al piatto in tavola, i consumatori avranno la possibilità di accedere alle informazioni direttamente e in totale trasparenza”. Per esempio, si potrà scoprire quanta acqua è stata utilizzata per l’irrigazione dei campi o quanti fertilizzanti sono stati necessari durante la coltivazione, senza filtri.

Wired logo

Continua l’avventura nel Web3 con EZ Lab: