Economia circolare e lotta al greenwashing: la rivoluzione UE inizia con il Digital Product Passport.

È questa l’iniziativa della Commissione europea per accelerare la transizione digitale e circolare secondo gli obiettivi posti dal Green Deal, in particolare nell’ambito del Regolamento sulla progettazione ecocompatibile di prodotti sostenibili. Attualmente in fase di definizione, il Digital Product Passport (DPP) rappresenterà uno strumento per la promozione di decisioni d’acquisto più consapevoli e pratiche produttive più sostenibili.

Cos’è il Digital Product Passport (DPP)?

Si tratta di un sistema di tracciabilità e di condivisione dati basato su tecnologie come QR Code e blockchain. In base alla categoria di appartenenza del prodotto, i produttori potranno fornire dettagli tra cui:

  • durata del prodotto, riutilizzabilità, aggiornabilità e riparabilità,
  • efficienza energetica e delle risorse,
  • impatto ambientale,
  • pratiche di produzione, 
  • altre informazioni rilevanti.

Per quanto riguarda l’implementazione, verrà data priorità ai prodotti ad alto impatto, tra cui i prodotti tessili (in particolare abbigliamento e calzature), i mobili (compresi i materassi), il ferro e l’acciaio, l’alluminio, gli pneumatici, le vernici, i lubrificanti e i prodotti chimici (come i cosmetici), nonché i prodotti connessi all’energia (condizionatori e caldaie) e quelli elettronici.

A cosa serve?

Uno dei principali obiettivi del Digital Product Passport è promuovere la trasparenza e la sostenibilità della supply chain. Pertanto, il Digital Product Passport sarà utile non solo per consumatori e aziende, ma anche per le autorità doganali e di sorveglianza del mercato. Grazie a questo strumento, i consumatori potranno accedere a informazioni accurate e verificate sui prodotti che intendono acquistare, potendo così privilegiare quelli con un minore impatto ambientale e maggiore responsabilità sociale.

Anche dal lato aziende, il DPP offrirà diverse opportunità, tra cui dimostrare l’impegno verso la trasparenza e la sostenibilità, aumentando la fiducia dei consumatori nei confronti del brand. Inoltre, fornirà dati preziosi sulle preferenze dei consumatori, che potranno essere utilizzati per migliorare i processi di produzione e soddisfare le esigenze del mercato.

Il Digital Product Passport con Made in Block by EZ Lab

Il Digital Product Passport con intelligenza artificiale by EZ Lab consente di raccogliere le informazioni di qualsiasi prodotto del Made in Italy, integrando le soluzioni aziendali esistenti e senza modificare in nessun modo l’attività degli operatori.

Grazie alla piattaforma Made in Block, tutte le informazioni sul prodotto come autenticità, origine, certificazione, sostenibilità, storia dell’azienda e territorio. Nasce così un nuovo canale di comunicazione dinamico grazie al quale il consumatore potrà vivere un’esperienza unica che non si esaurisce con la fine del prodotto.

Scopri di più sul Digital Product Passport e sblocca il potenziale del tuo prodotto con l’intelligenza artificiale.


Continua l’avventura nel Web3 con EZ Lab: