Uve non locali, tappi rimossi, cattive conservazioni: +40% i sequestri anti-frode quest’anno. Ecco i software per tracciare il prodotto dal campo alla bottiglia. Basta inquadrare l’etichetta

29 Ott 2018

Anteprima

Le informazioni vengono salvate su blockchain, un registro digitale immutabile, e vengono «trasferite» all’etichetta con la tecnologia QRcode. L’utente inquadra conlo smartphone e può leggere la storia del vino e dell’azienda che lo produce,l’origine geografica, le caratteristiche del terreno, le attività agronomiche, la bio-sostenibilità e quanta energia viene spesa per produrre quel vino.

Corriere della sera logo

Continua l’avventura nel Web3 con EZ Lab: